Napoli da vedere

Culture Hotel Villa Capodimonte - Hotel Napoli 4 Stelle

Un percorso che va da Capodimonte, verso il Museo Archeologico Nazionale, per arrivare al centro storico, lungo via Santa Teresa degli Scalzi o sotterraneo, attraverso le Catacombe di San Gennaro e San Gaudioso.

Dalla Basilica del Buon Consiglio a Capodimonte, è possibile scendere nel cuore di Napoli, alla scoperta delle antiche catacombe di San Gennaro, risalenti al II secolo. Sono previsti diversi itinerari, tra cui il Miglio Sacro, che ogni domenica porta i visitatori dalla tomba di San Gennaro al suo Tesoro.
Le visite alle Catacombe partono ogni ora, dal lunedì al sabato. Per maggiori informazioni, vai al sito ufficiale.

Il Museo Archeologico Nazionale, più giù a valle, è uno dei maggiori palazzi monumentali di Napoli e rappresenta uno dei vanti della città. Contiene, infatti, il più ricco e pregevole patrimonio di opere d'arte e manufatti di interesse archeologico in Italia. È uno dei primi esempi di museo archeologico in Europa e raccoglie molte antiche collezioni.
Nel Museo sono esposti oltre tremila oggetti di valore esemplare suddivisi in sezioni tematiche ed in esso sono conservati centinaia di migliaia di reperti databili dall'età preistorica alla tarda antichità, sia provenienti da vari siti antichi del Meridione, sia dall'acquisizione di rilevanti raccolte antiquarie, a partire dalla collezione Farnese appartenuta alla dinastia reale dei Borbone, fondatori e promotori del Museo. Inoltre ospita una collezione di manufatti egizi, terza in Italia per importanza e qualità dei contenuti.

Poco distante dal Museo Archeologico Nazionale, costeggiando il centro storico di Napoli, si può visitare l'Orto Botanico, che ospita uno dei più rinomati esempi di Museo di Paleobotanica ed Etnobotanica.

Usciti dal Museo Nazionale, bastano pochi passi per trovarsi immersi nel Centro Storico di Napoli con i suoi intricati vicoli e la suggestione delle antiche chiese d'ogni epoca e stile architettonico, in un'atmosfera capace di stregare i visitatori.

Il Centro Storico di Napoli è il più vasto centro storico d'Europa, dichiarato nel 1995 dall'UNESCO, Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Il Centro Storico è uno dei nuclei originari della città di Napoli. La peculiarità urbanistica dell'antica Neapolis è la sua struttura a scacchiera, formata da tre lunghe strade orientate da est a ovest che ancora oggi percorrono il Centro Storico per tutta la sua lunghezza.

Lungo il Decumano inferiore, detto Spaccanapoli, i luoghi di maggior fascino sono la Piazza del Gesù con la Chiesa del Gesù Nuovo e la Guglia dell'Immacolata, il Monastero di Santa Chiara e la Chiesa di San Domenico Maggiore. Nei pressi di piazza San Domenico Maggiore, uno dei luoghi più misteriosi di Napoli: Cappella Sansevero e la celebre scultura del 'Cristo Velato'.

Percorrendo il Decumano Maggiore partendo da Piazza Bellini, si incontrano l'antico Conservatorio di San Pietro a Majella, la chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco con i suoi misteriosi sotterranei, la Basilica di San Lorenzo Maggiore da cui è possibile accedere agli scavi che hanno portato alla luce l'antico macellum, mercato alimentare semi-coperto, di Neapolis. Infine, il Decumano Superiore ospita numerosi edifici conventuali, come il Convento di Santa Maria di Regina Coeli, il monastero seicentesco Santa Maria di Gerusalemme e il Convento di San Paolo Maggiore. Qui troviamo anche il complesso ospedaliero di Santa Maria del Popolo degli Incurabili e superando via Duomo si giunge a Largo Donnaregina dove l'omonimo palazzo è oggi sede del Museo d'Arte contemporanea MADRE.